Castelli Federiciani

Mappa
Destinazione Lagopesole Melfi Venosa
Categoria Tutto l'anno
Durata 1 giorno + 1 notte
Pacchetto

Lagopesole ospita il monumentale Castello di Federico, recentemente restaurato. Non molto distante troviamo Melfi, sede di un bellissimo castello normanno, al cui interno è situato il museo archeologico. Il nostro itinerario si conclude a Venosa, uno tra i "Borghi più belli d'Italia".

Lagopesole

Il centro fu conquistato dai saraceni, i quali, per diversi storici, iniziarono a costruire il castello. La struttura subì ampliamenti da parte dei normanni e ivi venne ospitato Ruggero II nel 1129, il papa Innocenzo II (che nel 1137 si riconciliò con l'abate Rinaldo di Montecassino) e l'imperatore Lotario III. In epoca sveva, Lagopesole (assieme a Melfi e Palazzo San Gervasio) fu residenza di caccia di Federico II. Il sovrano fece ampliare il castello dal 1242 al 1250, probabilmente l'ultima fase di costruzione del maniero. Anche il figlio Manfredi e la moglie Elena d'Epiro soggiornarono spesso qui, privilegiando il castello come sua dimora principale. Durante il brigantaggio, Lagopesole fu assediata dalle bande di Carmine Crocco e il castello divenne il loro rifugio.

Melfi

Melfi, con il suo imponente castello normanno-svevo, fu abitata un tempo da Dauni e Lucani, i cui insediamenti sono testimoniati dai reperti archeologici ritrovati nella zona e custoditi oggi nel Museo Nazionale. Subì l'influenza longobarda e bizantina e divenne un importante centro e nodo commerciale in epoca medioevale. Diverse dominazioni si sono susseguite e tra queste si annoverano quella normanna e quella sveva, che hanno influenzato in maniera preponderante il patrimonio culturale della città. Federico II ne fece una delle sue principali residenze. Lo spettacolare scenario dell'antico borgo medioevale, con lo splendido Duomo, si contrappone al moderno e piatto panorama di un vero e proprio polo industriale. Infine, fra le cose da vedere, ricordiamo anche la suggestiva chiesa rupestre di Santa Margherita.

Venosa

A Venosa si intersecano armoniosamente arte, cultura, storia, archeologia, letteratura. Chiunque entri a visitarla non può non subire il fascino di questa città permeata da un'atmosfera incantata. Le grandi memorie storiche si riflettono sulle facciate dei palazzi, emergono dai grandiosi monumenti. Venusia, con la sua area archeologica, l'anfiteatro, la domus, le terme, il castello aragonese (sede del museo archeologico), è essa stessa un museo all'aperto. Il poeta classico Quinto Orazio Flacco, che ivi nacque nel 65 a.C., le conferisce lode e notorietà consolidando una tradizione letteraria che si perde nei tempi. Da visitare anche l'Incompiuta, l'Abbazia della Trinità, la Cattedrale e il Parco Archeologico di Notarchirico.

- Navetta (andata e ritorno dall'agriturismo alla destinazione prevista)

- Pernotto (presso l'Agriturismo Costa San Bernardo)

- Prima colazione (presso l'Agriturismo Costa San Bernardo)

- Pranzo o cena (presso l'Agriturismo Costa San Bernardo)

- Ingresso Castelli e/o varie

UK betting sites, view full information www.gbetting.co.uk bookamkers